Vai al contenuto

Amarcord_5 • La mordacchia, l’indifferenza etica, la banalità del male

24 aprile 2012

Per vedere il manifesto in formato pdf, fare clic sull’immagine qui sopra.

Questo manifesto si riferisce alla prima mordacchia imposta al sindaco, quando il 3 dicembre 2011 Gandolfi svolgeva un suo ragionamento sull’etica della politica in relazione dell’istituzionalità abusata in modalità di feticcio. In particolare, il sindaco si domandava se l’istituzionalità potesse essere fine a se stessa, indifferente all’etica.
Fu però, quello del sindaco, un sermo interruptus: le cose sono andate com’è riferito nel manifesto qui sopra, con l’imposizione della mordacchia all’oratore, a un terzo del discorso. Il quale però è stato pubblicato qualche giorno dopo nell’Albo pretorio del Comune e di lì è stato ripreso e opportunamente impaginato su Testitrahus, nella pagina che porta il titolo La mordacchia, l’indifferenza etica e la banalità del male. Tecnicamente la mordacchia è stata imposta facendo venir meno il numero di presenze prescritte dalla legge perché il Consiglio abbia validità (viene meno, con l’uscita dei c.d. progressisti dall’aula, seguiti a ruota da altri due consiglieri, il cosiddetto numero legale).

Il 17 marzo 2012 la c.d. sinistra, in concorso con la quinta colonna e la Lega pedrettista impone al sindaco la seconda mordacchia. Questa volta, la modalità tecnica consiste nel votare lo stralcio del punto all’ordine del giorno dell’Assemblea di Consiglio: adozione del Pgt. Si veda in questo blog l’articolo Il Pgt è impallinato. Il Pedretti denuncia (ancora).

Il 19 marzo 2012 la c.d. sinistra, in concorso con il Pedretti e con la quinta colonna, determina la fine prematura dell’Amministrazione: la mordacchia, nell’intenzione dei congiurati, è nunc et in horam ipsius [Gandulfi demarchi, scilicet] mortis (“in horam”, all’accusativo, perché lo si vorrebbe far tacere fino alla fine dei suoi giorni: complemento di tempo continuato nel futuro). Si veda, sempre in questo blog, l’articolo Curno 19 marzo 2012: per fare dispetto al sindaco, suicidio di massa di 9 consiglieri.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: