Skip to content

Chi siamo

Questo sito nasce per iniziativa di Aristide all’insegna del motto:

«I’ non m’appecoro»

Aristide, infatti, è libertario per carattere e modo di vita (un tempo si diceva anche “un libertino”, ma con un significato diverso da quello che oggi s’intende comunemente).
Oltre a questo diario, Aristide ha posto in rete, quattro anni fa, Testitrahus, un sito di politica, di cultura e di resistenza all’idiozia, nato per demistificare la politica di potenza di un politico territoriale, del quale si chiedeva senza mezze misure l’esilio politico. Tale proposito è poi stato effettivamente messo a segno nel maggio 2012, a seguito di una lotta di liberazione per la quale il sito Testitrahus e questo diario, Nusquamia, hanno avuto un ruolo propulsivo e determinante. Testitrahus ha costituito il terreno di coltura ideologico; questo blog, d’altra parte, ha svolto un ruolo insieme di difesa e di attacco, nel corso delle elezioni amministrative di Curno, 2012, allorché Gandolfi ha scombinato i giochi che avrebbero consacrato l’egemonia del politico territoriale sul borgo brembano, se non fosse stato così efficacemente contrastato.
Un’altra iniziativa di Aristide, posta in rete ormai più di dieci anni orsono, è Comminus eminus: sito di sapere, e non “dei saperi”.
Adesso che il politico territoriale brembano è stato finalmente esiliato, apparentemente il sito Testitrahus ha esaurito la sua funzione. Riteniamo tuttavia opportuno farlo sopravvivere, per arginare eventuali colpi di mano del politico territoriale, qualora intenda  muover guerra al borgo e tornare a esercitare il potere manovrando i gangli vitali del paese, forte dei legami di cooperazione a suo tempo stabiliti con il notabilato locale, che lui certo non vorrà recidere. Pertanto, sempre che gli sviluppi politici della microstoria curnense non ci obblighino a dissotterrare l’ascia di guerra, ci occuperemo su Testitrahus di questioni di portata più generale, su scala questa volta non necessariamente microterritoriale.
Questo blog, invece, continuerà a essere terreno di lotta politica e strumento di demistificazione della politichetta, in particolare di quella curnense.

Perché questo diario s’intitola Nusquamia

Nusquamia ha cominciato le sue pubblicazioni con un testo fittizio, tratto dall’Utopia di Tommaso Moro: vedi Nusquamia, seu Utopia, pubblicato il 29 gennaio 2012. Furono gli umanisti a introdurre il vocabolo Nusquāmia (dal lat. nusquām, “da nessuna parte”): una latinizzazione di Utopia (che significa la stessa cosa, una realtà che non è da nessuna parte).
Del resto la stessa parola “utopia” è una forma in qualche modo latinizzata, per la penna di Tommaso Moro, quando nel 1516 scrive la sua Utopia, sui costumi e gli ordinamenti di certi uomini che vivono in in’isola fuori del mondo conosciuto (la ou greca [= non] diventa “u”; il suffisso greco eia viene latinizzato ‘ia’; in mezzo, top[os] = luogo]. A dire il vero, nella sua corrispondenza con Erasmo da Rotterdam, Tommaso Moro scriveva Nusquāma (senza la “i”), ma solitamente nel mondo dei latinisti per lo più si latinizza in Nusquāmia.
Guillame Budé, umanista francese, in alternativa a Utopia, suggeriva la parola Udepotia (per significare qualcosa che non esiste in nessun tempo); corrispondentemente la parola latinizzata Nusquamia sarebbe diventata Numquāmia. Tutto dipende dal significato che si vuole attribuire a “utopia”: cfr. The Utopia of sir Thomas More. In Latin and English, Oxford University Press, 1895, p. XL.

Nell’articolo Nusquamia, seu Utopia, cit., si riporta l’inizio del testo originale dell’Utopia di Tommaso Moro, umanista e martire della Chiesa.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: